Lean nelle società di servizi

marzo 13th, 2015 Posted by Gruppi di lavoro Lean in Azienda No Comment yet

Il focus è sul flusso delle informazioni e dei documenti, con l’obiettivo di ridurre il tempo di attraversamento. Vengono definiti i flussi per categoria di servizio; le persone sono collegate in un rapporto cliente-fornitore attraverso metodi pull (ad esempio il kanban) che consentono di eliminare i colli di bottiglia.

I coordinatori dei flussi individuati guidano un “Lean Team che rimane in carica anche alla conclusione del progetto.

I PARTECIPANTI
La Direzione definirà insieme al Consulente le proprie modalità di partecipazione al progetto, assicurando, in ogni caso, il proprio intervento a conclusione di ogni giornata al fine di “validare” le proposte organizzative avanzate dal team.

I PASSI
– Condivisione degli obiettivi definiti dalla Direzione Aziendale;
– Simulazione con tutti i partecipanti al progetto, con l’obiettivo di mostrare i risultati di una trasformazione lean;
– Il team individua le priorità, motiva le scelte, fornisce il supporto tecnico, sostiene la necessità ed i vantaggi del cambiamento. Lo sponsor è la dirigenza aziendale e fa da supervisore del lavoro;
– Misurazione e raccolta dei dati;
– Definizione delle attività a valore;
– Calcolo dei principali indici di flusso;
– Valutazione del livello di prestazione;
– Ogni componente del team avrà la possibilità di studiare la problematica singolarmente, senza essere influenzato dagli altri componenti. Documenti, grafici, dati e strumenti saranno a disposizione di tutto il team, i componenti del team percorreranno fisicamente il processo, seguendo la strada che seguirà un documento. Raccoglieranno dati sul tempo ciclo, sulle code, sulle lunghezze percorse e così via in modo da completare la mappa del Value Stream;
– In questa fase verranno utilizzati strumenti di brainstorming per concentrarsi sulle aree che contribuiscono maggiormente allo spreco;
– Il team svolge quindi una sessione di brainstorming nella qualecondivide le soluzioni per le aree ad alto impatto e riorganizza la mappa del Value Stream affinché rifletta gli opportuni cambiamenti tramite una mappatura “to-be”, con una chiara indicazione dello “Stato Futuro”;
– Simulazione del miglioramento. I partecipanti raccolgono dati per valutare i miglioramenti selezionati, documentare i cambiamenti proposti alle procedure e simulare il processo con queste nuove procedure (per quanto fattibile).
– Per riscontrare l’impatto sul sistema, è utile effettuare prove sperimentali per valutare l’andamento del processo a fronte delle modifiche;
– Si verifica che il processo abbia raggiunto il livello di miglioramento previsto e sia in grado di sostenere nel tempo i target raggiunti;
– Si definiscono degli indicatori di controllo e dei tabelloni che consentono di visualizzare i risultati.

The comments are closed.

X